CORSI DI FORMAZIONE LAVORATORI (RISCHIO BASSO-MEDIO-ALTO)

Uno dei principali destinatari dell’attività di formazione e di informazione è il lavoratore. Ed è proprio attraverso l’adempimento, da parte del Datore di Lavoro e dei Dirigenti, del dovere di informarlo e formarlo, sufficientemente, adeguatamente e in maniera comprensibile rispetto alle conoscenze linguistiche, che il lavoratore da soggetto passivo assume un ruolo attivo. In altri termini, il lavoratore diventa soggetto attivo se, e nella misura in cui, viene fatto destinatario di un’effettiva ed efficace attività formativa e informativa.
Il lavoratore correttamente formato e informato infatti possiede tutti gli strumenti necessari per comprendere che deve compiere, per quanto di sua competenza, tutte le azioni a tutela della sicurezza propria ed altrui.
Con riferimento all’Accordo sopra citato, è vigente l’obbligo di sottoporre a formazione tutti i lavoratori secondo quanto di seguito riportato:
•  Tutte le aziende con lavoratori o soci lavoratori, sono obbligate ad adempiere all’Accordo Stato/Regioni, rimane invece facoltativa la  formazione per i collaboratori famigliari;
•   Tutti i lavoratori devono essere sottoposti a formazione (compresi i lavoratori atipici e quelli assunti a tempo determinato);
•  è previsto che ogni lavoratore sia sottoposto ad una formazione generale di 4 ore (per qualsiasi tipo di azienda) alla quale si aggiunge una formazione specifica di durata variabile a seconda del settore di appartenenza dell’azienda;
•  in base al livello di rischio dell’azienda la durata minima complessiva del corso è di

Oltre alla formazione così articolata, sono previsti corsi di aggiornamento obbligatori con cadenza triennale o quinquennale.

 
 
 
 
 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per scoprirne di più sui cookies e come disattivarli, leggi la nostra informativa.

  Accetto cookies da questo sito.