C.S.E. - COORDINATORE DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE

CHE COSA E’
Il Coordinatore della Sicurezza in Fase di Esecuzione (C.S.E.) è un tecnico incaricato dal committente o dal responsabile dei lavori, dell’esecuzione dei compiti di cui all’articolo 92 del D. Lgs. 81/08.  Svolge attività dedite a coordinare l’esecuzione di un’opera di ingegneria presenti nel P.S.C. Le attività di coordinamento che svolge sono:
•    attività preliminari, cioè quelle che precedono la consegna dei lavori;
•    attività di sistematico coordinamento e sopralluoghi di sicurezza;
•    aggiornamento e integrazione del Piano di Sicurezza (PSC);
•    attività straordinarie, ovvero contestazioni scritte e/o segnalazioni al Committente;
•    verifica delle parti generali del PSC e verifica POS;
•    aggiornamento del Fascicolo Informativo.


CHI LO DEVE FARE
La nomina del C.S.P. è obbligatoria per tutti i lavori di Committenza Privata in cui è prevista, in fase progettuale, la presenza di due o più imprese coesistenti nello stesso cantiere anche non contemporaneamente, e in cui è richiesto il Permesso a Costruire. La nomina del C.S.E. deve essere effettuata dal Committente dell’opera o dal Responsabile dei Lavori.


SANZIONI
In caso di MANCATA NOMINA DEL CSE, il Committente o Responsabile dei Lavori è punibile con:
•    arresto da 3 a 6 mesi
•    ammenda da € 2.500 a € 6.400.
In caso di MANCATO ADEMPIMENTO DEGLI OBBLIHI DI CUI ALL’ART. 92, il C.S.E. è punibile con:
•    arresto da 3 a 6 mesi
•    ammenda da € 1.000 a € 6.400.

 
 
 
 
 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per scoprirne di più sui cookies e come disattivarli, leggi la nostra informativa.

  Accetto cookies da questo sito.